Cosmetici pericolosi: quali sono gli ingredienti da evitare - Lumama
Ordina in 2 minuti senza registrazione. Spedizione gratuita per ordini oltre 60 euro.

Ingredienti da evitare nei cosmetici: la lista completa

Ingredienti da evitare nei cosmetici: la lista completa

Quali sono i cosmetici pericolosi e come riconoscerli? Innanzitutto una premessa (rassicurante): vivere in un paese U.E. ci mette già non poco al riparo. Considera che se la Food and Drug Administration degli Stati Uniti ha inserito nella lista nera degli ingredienti cosmetici pericolosi solo 11 sostanze, la Comunità Europea (con il regolamento CE n. 1223/2009) già dal 2009 ha bannato più di 2000 sostanze. Per cui, come dire, siamo abbastanza in buone mani.

Come si scelgono i cosmetici sicuri

Tuttavia, ci sono ancora ingredienti dannosi nei cosmetici, anche se permessi. Come sempre, la nostra arma di difesa è leggere l’etichetta. L’INCI dei cosmetici (cioè la loro composizione) ci dà tutte le informazioni che servono, comprese quelle che ci dicono di stare alla larga da un cosmetico

COS’È L’INCI DI UN COSMETICO E COME SI LEGGE

I cosmetici si scelgono facendo ben caso a che non sia presente nessuna delle sostanze che troverai nell’elenco qui sotto. E non fidarti della marca che conosci (una forte presenza pubblicitaria o un brand conosciuto non necessariamente sono garanzia di sicurezza assoluta), né del prezzo: il costo non è sinonimo di qualità.

Altro accorgimento: non basta che sul packaging scritte e caratteri evochino un mondo “green”. Le diciture del tipo 70% di ingredienti di origine naturale non significano niente: l’unica cosa che conta è, lo ribadiamo, leggere l’etichetta. E sapere esattamente cosa non deve contenere un prodotto cosmetico.

origine dei prodotti, filiera, sostenibilità: scopri cosa è davvero la cosmesi naturale

Sai davvero riconoscere un cosmetico naturale°

Ingredienti cosmetici pericolosi

Ed ecco allora la lista nera degli ingredienti cosmetici pericolosi,  cioè degli ingredienti da evitare nei cosmetici.

Petrolati nei cosmetici

I Petrolati sono, come dice la parola stessa, derivati della lavorazione del petrolio. Vengono usati in cosmetica per la loro capacità di formare un film protettivo sull’epidermide, che avrebbe l’obiettivo di trattenere l’idratazione interna (e anche perché sono molto più economici degli olii vegetali) . Ma c’è un ma. Sebbene al tatto la pelle o i capelli risultino in un primo momento  setosi e levigati, il film protettivo impedisce il passaggio di attivi, aria e acqua nelle due direzioni. Per cui:

  • la pelle e i capelli vengono isolati dall’aria e dall’umidità naturale e alla lunga diventano secchi e opachi
  • gli attivi cosmetici presenti nei prodotti non passano
  • il  sebo resta nei pori, il che aumenta il rischio di impurità, sfoghi  ed eruzioni acneiche.

Cosmetici protettivi ed idratanti 100% naturali. E se compri insieme, risparmi

I nomi dei petrolati che sarebbe meglio evitare nei cosmetici sono:

  • paraffinum liquidum
  • petrolatum
  • mineral oil
  • vaselina
  • paraffina
  • cera microcristallina

Ingredienti cosmetici pericolosi: i siliconi

Lo stesso effetto “sigillante” dei petrolati lo danno i siliconi. In prima battuta, i capelli e la pelle hanno aspetto lucido e compatto. In realtà sotto la guaina protettiva formata dai siliconi  stanno soffrendo. La pelle subisce un allargamento dei pori e un aumento di comedoni (neri o bianchi). I capelli sono secchi e sfibrati. Come si riconoscono i siliconi? Sono questi ingredienti qui, da evitare nei cosmetici:

  • dimethicone
  • dimethiconol
  • amodimethicone
  • cyclomethicone
  • trimethylsiloxysilicate
  • cyclopentasiloxane
scopri l'efficacia 100% naturale di Lumama

una cosmesi amica della pelle e amica dell'ambiente è possibile

I cessori di formaldeide

La formaldeide è un antibatterico molto potente, ma il suo uso nei cosmetici è vietato dalla Comunità Europea e considerato formalmente cancerogeno oltre che irritante per la pelle e le mucose. Tuttavia, l’industria cosmetica sembra non voler rinunciare al suo potere antibatterico e quindi conservante, per cui ricorre a ingredienti detti “cessori di formaldeide”, accettati nei cosmetici.

Ecco cosa non dovete trovare in INCI:

  • imidazolidinyl urea
  • diazolidinyl urea
  • methylchloroisothiazolinone
  • methylisothiazolinone
  • formaldheyde

Emulsionanti e tensioattivi pericolosi

Nelle creme cosmetiche, gli emulsionanti servono a tenere insieme le parti acquose con quelle a base oleosa, che altrimenti non si miscelerebbero. Ovviamente non tutti gli emulsionanti sono pericolosi: per esempio nell’industria cosmetica naturale si usano il cetearyl & sorbitan olivate, o la cera d’api.

lumama cosmetici senza ingredienti cosmetici pericolosi

Tuttavia in molti prodotti cosmetici non naturali, per emulsionare si ricorre alle ammine o agli amino-derivati, che sono molto dannosi per la pelle: disidratanti e capaci di causare acne e forfora. Quali sono questi emulsionanti dannosi? Sono:

  • Monoethanolamine
  • Diethanolamine
  • Triethanolamine

Le ritroviamo come amino derivati sotto forma di tensioattivi, cioè utilizzate  per fare un bella schiuma densa e compatta e lavare via lo sporco. Ecco qui altre tre sostanze che possono rendere i cosmetici pericolosi e che ne sconsigliano l’acquisto:

  • Cocamide MEA
  • Cocamide DEA
  • Cocamide TEA

Il loro effetto indesiderato è quello di iper-sensibilizzare la pelle fino a causarle eczemi, pruriti, arrossamenti, screpolature.

contro irritazioni eczemi arrossamenti screpolature: scopri l'azione idratante lenitiva riparatrice del gel delle chiocciole

TRATTAMENTO D'URTO PELLE NUOVA ALLA BAVA DI LUMACA

Tre FAQ sugli ingredienti cosmetici pericolosi

#1PEG: ingredienti cosmetici pericolosi?

I PEG (polietilenglicoli) sono composti chimici derivati dal petrolio utilizzati come emulsionanti e come tensioattivi. Sono usati nei detergenti, per renderli più efficaci, e nelle creme, per migliorarne la texture. Il loro rischio consiste in un‘azione irritante sull’epidermide e nel rischio potenziale di veicolare residui del loro processo di estrazione. In etichetta di riconoscono proprio dalla sigla PEG.

#2 Che vuol dire SLS e SLES?

Si tratta di sigle che identificano due sostanze che rientrano nella composizione dei cosmetici. Entrambe sono dei tensioattivi, sono piuttosto economiche (eh sì!) e sono quindi molto utilizzate nei detergenti per il viso, il corpo e i capelli per la loro capacità di sciogliere lo sporco. SLS è la sigla che identifica  il Sodium Lauryl Sulfate; SLES identifica invece il Sodium Laureth Sulfate. A quest’ultimo sono state aggiunte delle molecole di ossido di etilene, un altro derivato del petrolio.

detergenti lumama senza sls

Entrambi questi tensioattivi sono molto aggressivi per la pelle perché tendono ad attaccare il film idrolipidico della pelle, lasciandola dunque senza protezione. Inoltre spostano il pH della pelle, rendendolo più basico.

#3 Cosa sono i parabeni?

E veniamo infine ai famigerati parabeni. Si tratta di composti ad azione conservante, antifungina, antibatterica usati nell’industria cosmetica da svariati decenni. Essi sono di derivazione chimica, ma possono anche essere di origine naturale, derivati dai mirtilli. Ecco la lista dei parabeni ammessi per uso cosmetico (ma che sarebbe meglio evitare….):

  • Butilparabene
  • Metilparabene
  • Etilparabene
  • Propilparabene
  • Calcium parabene
  • Sodium parabene
  • Potassium parabene

Secondo la Comunità Europea, queste sostanze sono capaci di interferire con i sistemi endocrini, mentre la loro cancerogenicità non è stata dimostrata. In ogni caso la legge limita la loro presenza nei prodotti cosmetici in percentuali non superiori allo 0.8%

NO SLS, NO paraben, NO siliconi, NO microplastiche. L’efficacia 100% naturale dei cosmetici Lumama

PASSA ALLA COSMESI NATURALE, VAI ALLO SHOP LUMAMA!