Dormire fa bene alla pelle: tutti i segreti del beauty sleep - Lumama
Ordina in 2 minuti senza registrazione. Iscriviti alla newsletter: 0 spese di spedizione per sempre.

Dormire ti fa bella: le 5 regole del sonno perfetto

Dormire ti fa bella: le 5 regole del sonno perfetto

Questo post è stato aggiornato il

Il sonno è una grande cura di bellezza. Nel mondo dell’estetica oltreoceano, questo ha addirittura un nome: beauty sleep. Dormire fa bene alla pelle, dunque. Ma perché?

Innanzitutto, il legame fra riposo e bellezza e vitalità della pelle riposa su assunti medici. Il sonno è il momento in cui avviene una delle più importanti fasi di recupero interno – ed epidermico – del corpo, che non smette mai di funzionare, neanche quando dormiamo.

Anzi, mentre dormiamo il corpo è impegnato a ripararsi da solo. Questo vale sia per l’epidermide che per il cervello e per i muscoli. Durante il sonno, l’afflusso di sangue alla pelle aumenta, si ricostruiscono i legami del del collagene, attaccati durante i giorno da esposizione ai raggi UV, fumo, inquinamento, alcol e altri fattori ossidanti. In questo modo si previene la formazione delle rughe e la comparsa delle  macchie brune.

Rinnova la pelle? Il trattamento più efficace è a base di bava di lumaca

Azione d'urto contro rughe e macchie brune

Un mix naturale di acido glicolico, collagene, allantoina ed elastina, insieme a retinolo e vitamina A: tutto questo è la Bava di lumaca pura e concentrata di Lumama Cosmesi Naturale. Per completare l'effetto nutriente ed antirughe, usala insieme alla Crema viso con 70% di bava di lumaca, burro di karité e un mix di olii naturali

Questo non vuol dire abbandonare ogni skincare routine in favore di un buon sonno ristoratore, ma piuttosto che senza un riposo adeguato e costante anche la cura della pelle più scrupolosa non potrà dare i risultati sperati.

Infatti, empiria (uno sguardo allo specchio al risveglio dopo una notte particolarmente breve) e ricerca sono d’accordo nell’affermare che un sonno scarso e disturbato può provocare:

  • palpebre pendenti
  • occhi gonfi
  • occhiaie più scure
  • pelle più chiara
  • più rughe e linee sottili
  • angoli della bocca più inclinati

dormire fa bene alla pelle - meme

Le 5 regole del sonno che fa bene alla pelle

1 Dormi un numero di ore sufficiente

Come dicevamo, è durante la notte che le cellule della pelle si riparano e pongono rimedio alle aggressioni diurne. I muscoli si rilassano, il sangue affluisce più copioso. Lascia al tuo corpo il tempo di fare il suo lavoro: almeno 7 ore per notte.

2 Strucca e idrata prima di dormire

Dormire fa bene alla pelle, purché questa sia pulita e idratata. Andare a dormire senza struccarsi, e con la pelle ancora sporca dopo tutta una giornata fuori ha un impatto disastroso sull’aspetto della pelle ed è uno dei maggiori errori di skincare in cui puoi incorrere. Impurità e agenti irritanti, lasciati ore ed ore sulla pelle sono la causa di pori dilatati, eruzioni acneiche, rush cutanei. Una volta pulita, dà alla pelle tutto l’idratazione che le serve, perché possa approfittarne durante la notte.

SCOPRI COME PRENDERTI CURA DELLA PELLE GRASSA, MISTA E A TENDENZA ACNEICA

LA BEAUTY ROUTINE PER LA PELLE GRASSA: COSA FARE E CHE PRODOTTI USARE

Tre prodotti per una pulizia e una idratazione profonde

3 Dormi a pancia in su

Anche se per molti è difficile da sostenere, questa posizione aiuta a distendere i muscoli, favorisce l’ossigenazione, evita che la pelle del viso sopporti molte ore di compressioni e pieghe strane, anticamera delle rughe. Dell’effetto occhi-a-palla al risveglio non ne parliamo neanche (e comunque, non è un’impressione: sono i liquidi che ristagnano)

4 Se non ci riesci, almeno usa delle federe di seta

Ok, detta così fa un po’ ridere sembra di uno snobismo insopportabile, e forse lo è. Però i tessuti lisci aiutano a ridurre le pieghe da compressione. Poiché quasi nessuno al mondo (influencer e i milionari russi non valgono), dorme fra lenzuola di seta, si può ovviare con federe di cotone molto fine e non ruvido.

5 Solleva un po’ la testa

La posizione un po’ rialzata della testa, da ottenere con il doppio cuscino, oltre ad essere una mano santa per reflusso gastroesofageo e respirazione, aiuta anche nel prevenire le occhiaie e le borse sotto gli occhi.