Falsi miti sulla detersione: ne sveliamo 10 per te - Lumama
Ordina in 2 minuti senza registrazione. Spedizione gratuita per ordini oltre 60 euro.

Detersione del viso: Miti vs Realtà

Detersione del viso: Miti vs Realtà

Quando si tratta di migliorare la propria skincare routine, dare un boost ai risultati, vedersi più belle più giovani più luminose chi si tira indietro, chi non apre bene le orecchie? Be’ prima di aderire entusiasticamente a quello che ci viene detto, però, è meglio informarsi, perché anche il mondo beauty – come tutti gli altri settori – è pieno di falsi miti che possono trarci in errore. Oggi, vogliamo occuparci di falsi miti sulla detersione del viso.

Falsi miti sulla detersione, il #1

Se non mi trucco non devo pulire la pelle la sera. Come se il trucco fosse la sola cosa che si deposita sulla nostra pelle. E le creme idratanti? I residui di inquinamento ambientale (smog e polveri sottili), il sudore, il sebo che produciamo naturalmente? Tutto questo non si deposita forse sulla pelle del nostro viso?

La pulizia – struccaggio e detergenza – della pelle è la base di ogni beauty routine efficace. Se la pelle è pulita, i pori liberi, le cellule morte portate via ogni sera insieme ai residui di trucco, creme, inquinamento e sebo, la pelle può respirare. Rigenerarsi. Approfittare del riposo notturno. Accogliere i trattamenti successivi. Altrimenti è tutto inutile.

Scopri il primo kit per doppia detersione alla bava di lumaca con formulazione 100% naturale

Doppia detersione: da Lumama la combo crema + gel

Falso mito sulla detersione #2

Tutti i detergenti sono uguali. Ma quando mai! I detergenti differiscono per composizione, texture, indicazioni. Ce ne sono a base olio, in crema, schiumogeni o in gel. Ogni obiettivo di skincare ha il suo detergente (o la sua coppia di detergenti) d’elezione.  Ma soprattutto, i detergenti dovrebbero accordarsi al tipo di pelle.

Il detergente in crema per le pelli secche e sensibili. Il detergente in gel per le pelli da normali a grasse

Falso mito sulla detersione #3

L’acqua calda pulisce meglio. Le stoviglie, forse, la pelle proprio no. Quello che rischi non è di pulire, ma di strappare via il film idrolipidico, quello che consente di trattenere l’idratazione interna e di proteggere la pelle dagli agenti aggressivi esterni.

Falso mito sulla detersione #4

L’acqua fredda chiude i pori. Questo è uno dei miti più radicati, diffusi, e falsi. I pori non sono porte che si chiudono. Semmai si aprono, o meglio si allargano, se non sono puliti in profondità, ma vi si accumulano cellule morte, sebo, impurità. Per cui, il metodo per “restringere” i pori è quello di tenerli puliti tramite un’esfoliazione leggera e regolare, a base di acidi AHA, e di stimolare la produzione di collagene. Il collagene rinsalda la pelle, e l’effetto visivo è quello di pelle più compatta, con pori più “piccoli”.

Falso mito sulla detersione #5

I detergenti seccano la pelle. Sbagliato. I detergenti sbagliati seccano la pelle. La saponetta di Marsiglia secca la pelle. Un detergente adeguato al tuo tipo di pelle, no.

SCOPRI COSA DICE CHI HA PROVATO I PRODOTTI LUMAMA

100% DI RECENSIONI POSITIVE

Falso mito sulla detersione #6

L’esfoliazione è sconsigliata per la pelle sensibile. In verità, rimuovere le impurità, le tossine, le cellule morte che ostruiscono i pori aiuta la pelle sensibile ad essere meno reattiva e ad assorbire le creme nutrienti e riparative più facilmente. Unica accortezza: se la pelle è irritata, usa esfolianti delicati e applica creme e sieri con il tuo dito anulare, quello che – naturalmente – applica meno forza e pressione.

Trattamento lenitivo e riparativo per la pelle sensibile

Bava di lumaca in altissima concentrazione, formula 100% naturale, efficacia professionale

Prova i tre prodotti più venduti di Lumama, efficaci come un trattamento in cabina

Falso mito sulla detersione #7

Troppa pulizia danneggia la pelle. Questo, fra i falsi miti sulla detersione, è uno dei più insidiosi. Molte persone pensano che lavare troppo la pelle la danneggi, privandola della necessaria barriera idrolipidica ed esponendola così in misura maggiore alle aggressioni esterne. Va detto che questo può essere vero solo se si usano detergenti o saponi che seccano la cute, troppo aggressivi. Al contrario, è molto improbabile che un detergente in crema, ricco in bava di lumaca, glicerina, olio di mandorle dolci e d estratto di aloe possa essere dannoso per la pelle.

Bava di lumaca purissima, olio di mandorle dolci, succo di aloe ed estratto di giglio biancO

SCOPRI LA CREMA DETERGENTE LUMAMA PER PELLE SECCA E SENSIBILE

Falso mito sulla detersione #8

falsi miti detersione Solo gli scrub fanno la pelle luminosa. In realtà, se l’esfoliazione è una fase fondamentale di ogni skincare routine, è altrettanto importante non strafare. E “strafare” in questo caso vuol dire  sottoporre la pelle allo stress fisico di micro-abrasioni che gli scrub portano con sé. Soprattutto nel caso di pelli impure e soggette a breakout . Per cui meglio un’esfoliazione chimica costante (p. es. con un siero agli acidi AHA) e una maschera purificante di tanto in tanto. Sii gentile con la tua pelle!

Falso mito sulla detersione #9

Non puoi usare detergenti in olio o crema sulla pelle grassa. Non è proprio così, in realtà la pelle grassa e acneica è quella che trae maggiore vantaggio dalla doppia detersione, la cui fase uno prevede proprio una passata di detergente cremoso o a base oliosa per togliere trucco, sebo, residui ambientali. Mentre la fase due invece consiste in una pulizia con un prodotto leggermente esfoliante (come il Gel detergente Lumama agli acidi della frutta).

Combo Crema + Gel alla bava di lumaca concentrata, pulizia profonda in due fasi

IL KIT DI DETERGENTI PER LA PULIZIA DELLA PELLE GRASSA E ACNEICA

Falso mito sulla detersione #10

Dopo la pulizia, la pelle grassa non va idratata. Chiudiamo in bellezza con uno dei falsi miti sulla detersione più falsi che mai. Se non idratiamo la pelle grassa, o peggio la stressiamo con lozioni o tonici a base alcolica, il risultato che otteniamo è quello di stimolare la pelle a produrre ancora più sebo. In realtà, l’obiettivo della skincare routine della pelle grassa non è quello di “seccare” la pelle grassa ma di:

  • regolare la produzione di sebo
  • eliminare tutte le impurità e pulire in profondità
  • stimolare il turn-over cellulare
  • idratare senza ungere

Per questo la bava di lumaca è il trattamento migliore per la cura delle pelli grasse e anche a tendenza acneica. L’acido glicolico esfolia, pulisce e ha effetto sebo-regolatore; i peptidi danno una mano all’azione esfoliante e idratano in profondità; la vitamina A è antiossidante, protegge e ripara le pelle e regola anch’essa i meccanismi di produzione del sebo.

La linea di skincare completa per pelle grassa a base di bava di lumaca