Skincare routine sostenibile: buona te e buona per l'ambiente - Lumama
Ordina in 2 minuti senza registrazione. Spedizione gratuita per ordini oltre 60 euro.

Beauty routine sostenibile? Si fa in 5 mosse!

Beauty routine sostenibile? Si fa in 5 mosse!

Questo post è stato aggiornato il

Sii bella responsabilmente. Facciamo il verso ad una celebre pubblicità sociale per dare voce a un tema sempre più discusso, e a un piccolo “movimento” di sostenitrici della skincare routine sostenibile. Le quali sono convinte, e non hanno torto, che si possa coniugare il piccolo egoismo quotidiano della beauty routine con uno stile di vita “altruista” per il pianeta. Cioè sostenibile, pulito, zero waste o quasi.

Allora come convertirsi a una beauty routine sostenibile? Voi, future adepte di una bellezza green, drizzate le orecchie e prendete nota. Di seguito qualche dritta.

#1 Solo prodotti di cosmesi naturale

La base: i prodotti che usi per lavarti, struccarti, nutrire la tua pelle e i tuoi capelli devono rispettare una serie di criteri. La prima raccomandazione è di non fidarsi né affidarsi al marketing. Un’etichetta verde non è sufficiente a identificare un prodotto di cosmesi green. Né fa di te una paladina della skincare routine sostenibile, purtroppo. D’altro canto, l’efficacia cosmetica non deve essere sacrificata sull’altare della naturalità di ingredienti e processo produttivo (in altre parole, non è detto che spalmarsi il viso di olio d’oliva biologico sia l’antirughe ideale) .

Guida alla scelta dei prodotti veramente green per la tua skincare routine sostenibile

COSMETICI NATURALI: COME RICONOSCERLI


La definizione di “cosmesi naturale” è un po’ complessa ma in breve potremmo definirla così:
  • a base di materie prime di origine naturale e rinnovabili
  • cruelty free
  • con eco-packaging o in materiale riciclabile
  • di aziende che si attengono a sistemi di produzione, stoccaggio e logistica sostenibili.
Scopri perché il gel delle chiocciole è l'ingrediente privilegiato della cosmesi naturale

BAVA DI LUMACA: ATTIVO COSMETICO NATURALE

Acido glicolico, vitamine A ed E, collagene, elastina, allantoina, peptidi. Nessun laboratorio cosmetico ha saputo inventare un mix così. Ci ha pensato la natura.

#2 No a salviette e dischetti

Delle salviette struccanti, che andrebbero evitate e che sono spesso uno degli errori di skincare che neanche ci accorgiamo di fare, abbiamo già parlato. Qui ci torniamo su perché davvero non è necessario utilizzare tutte le volte delle salviette in tessuto non tessuto per poi gettarle via. Meglio prediligere detergenti in crema o in schiuma, da lavare via con l’acqua.

dischetti di cotone skincare routine sostenibile

Per quanto riguarda il tonico o l’acqua micellare, se proprio non si riesce a fare a meno dei dischetti, c’è sempre la possibilità di convertirsi a quelli di bambù o di cotone, lavabili e riutilizzabili. Invece di produrre scarti perlopiù difficilmente biodegradabili, lavi e riusi, lavi e riusi, lavi e riusi….

#3 Semplifica e riduci

Sei sicura di aver bisogno di due o tre sieri diversi, dell’essenza, del contorno occhi o del contorno labbra, della crema anti macchia e di quella illuminante? Considera che ad ogni prodotto corrisponde una bottiglietta, un flaconcino, un tappo, una scatola. E litri e litri di benzina per portarlo a destinazione, dalla fabbrica fino a casa tua.

Prediligi prodotti multifunzionali: il siero che può essere schiarente e anche antirughe, base trucco e contorno occhi. Il sapone solido che è anche shampo. La crema corpo nutriente ed elasticizzante al tempo stesso. La tua skincare minimalista sarà efficace e gratificante, senza rinunciare ad essere sostenibile.

Idratante viso, siero multi funzionale, contorno occhi e base trucco in un solo prodotto

SIERO VISO-OCCHI ALLA BAVA DI LUMACA: UN JOLLY

Con il 98% di bava di lumaca concentrata, l'acido ialuronico e il succo di aloe vera, il siero Lumama è il prodotto jolly di una skincare routine sostenibile ed efficace.

# 4 Ricicla il più possibile

skincare sostenibile ricicla

Se non sempre è possibile avvicinarsi all’obiettivo zero waste (soprattutto per i prodotti della beauty routine viso, che sono ancora rari da trovare sfusi di buona qualità), puoi comunque agire in modo da ridurre i rifiuti prodotti dalla tua skincare sostenibile:

  • compra cosmetici in packaging riciclato o riciclabile
  • smaltisci flaconi e barattoli nella differenziata
  • acquista saponi solidi per la doccia e lo shampo.

# 5 Non sprecare l’acqua

Ok, questo si dice spesso e crediamo tutti di fare attenzione, ma non sempre le nostre percezioni corrispondono alla realtà. Ecco come possiamo fare per rendere la nosra skincare routine sostenibile anche dal punto di visto del consumo di acqua:

  • fai la doccia non il bagno
  • chiudi l’acqua mentre ti spazzoli i denti (a proposito: meglio lo spazzolino in bambù o quello elettrico)
  • chiudi l’acqua mentre applichi il detergente, e riaprila solo per sciacquarlo via
  • per eliminare il detergente, usa i panni in microfibra invece dell’acqua

3 Prodotti per una skincare routine semplice, efficace sostenibile